Get Adobe Flash player
Condividi
Home Articoli Trigonostigma heteromorpha Tanichtys Albonubes
Banner

01Scopriamo in questo articolo l'allevamento di questa bellissima famiglia di pesci...i Trigonostigma!

 

Da circa un anno allevo con successo un gruppo di pesci formato da quattro Trigonostigma heteromorpha, e un gruppo di cinque Tanichthys albonubes. Vorrei analizzare approfonditamente entrambe queste due specie bellissime di nanofish che si sono largamente diffuse nei negozi specializzati.

01

Partiamo dai Trigonostigma heteromorpha, il cui nome comune è Pesce Arlecchino, una delle rasbore più comuni in acquariologia. Le dimensioni di questo pesce si aggirano attorno ai 4-4.5 cm. e si presenta con una colorazione rosso-argentata corredata da un triangolino nero nella parte posteriore del corpo, la cui colorazione tende al grigio in una situazione di stress. Il Trigonostigma in natura si può trovare nel Borneo, in Malesia, a Sumatra ed Indonesia, dove vive nei corsi d’acqua e nei fiumi che scorrono attraverso le intricate foreste locali.
Per quanto riguarda l’allestimento dell’acquario in cui inserirete questo esemplare, bisogna tenere conto che deve necessariamente essere allevato in gruppo, la condizione ottimale sarebbe allevare otto esemplari in non meno di 40 litri. Sono pesci molto pacifici e possono essere accostati anche ad altri esemplari di nanofish. Per la mia esperienza posso senza alcun dubbio affermare che la convivenza con i Tanichthys albonubes è riuscita benissimo. Mal grado si possa pensare ad una differenza di temperatura i Tanichthys, hanno un range molto vasto di temperatura, sopportano benissimo i 23° - 28° che è la temperatura minima che i nostri pesci arlecchino devono avere in acquario. La vivacità dei Tanichthys non darà nessun tipo di problema ai coinquilini più mansueti, i quali nel momento in cui si avvicina il momento del pasto non si fanno certo sovrastare. Il cibo è il minore dei problemi in quanto questi piccoli pesci adoreranno qualsiasi cibo per pesci tropicali (platy,betta,guppy…) a base di spirulina, gradiscono anche larve di chironomus sia secco che decongelato. Se volete ottenere una colorazione più vivace dovrete somministrare regolarmente cibo vivo e surgelato, da integrare con quello secco.
Amano una ricca vegetazione, per cui mettete parecchie piante nell’acquario senza però precludere loro lo spazio per il nuoto.

02

La riproduzione non è facile in acquario e in verità se ne sa molto poco, io stessa non ho sfortunatamente ancora assistito a questo miracolo, ma si può stimolarla ponendo in vasca una pianta a foglie molto larghe, la deposizione delle uova avverrebbe nella parte inferiore della pianta stessa, potrei azzardare a suggerire una Echinodorus “fuego”, una pianta bellissima che in base all’intensità della luce assume una colorazione sul rosso, particolarmente amata per la deposizione, e non difficile da coltivare. Nel momento del corteggiamento il maschio, molto più esile e meno largo della femmina, la insegue, dopo la deposizione la femmina lascia le uova che il maschio dovrà poi fecondare. Se avrete la fortuna di assistere alla riproduzione ricordate che dopo la fecondazione dovrete allontanare i genitori i quali potrebbero magiare le uova, che si schiuderanno in 24-48 ore.
Queste sono tutte le informazioni base per allevare questa bellissima specie e come potete notare non è particolarmente impegnativo se solo si segue qualche piccola accortezza.

03

Passiamo ora ai Tanichthys albonubes.
Questi piccoli pesci arrivano massimo ai 3,5 centimetri o meno, sono particolarmente facili da allevare, ma soddisfano le esigenze sia di neofiti sia di acquariofili più esperti.
Hanno un temperamento vivace ma non aggressivo, si adattano a qualsiasi valore d’acqua, per cui non ci sarà bisogno di premunirci di test e di soluzioni varie per il controllo dell’acqua.
Il loro habitat, Sud-est della Cina e Vietnam, permette loro di vivere a temperature basse, sui 16°, quindi il massimo della temperatura che accetteranno sarà di 23°-24°, come buona abitudine nel nostro acquario non deve comunque mancare un termometro, in quanto nelle nostre estati calde dovremo cercare di mantenere la temperatura non oltre questo range.
Questi pesci vanno allevati in gruppo di almeno 5-6 esemplari, e devono avere uno spazio centrale per nuotare e giocare, quindi ponete le vostre piante più ai lati del vostro acquario.
Sono pesci diurni per cui di notte il più delle volte si riposano adagiandosi sul fondo.
Per quanto riguarda la loro forma, hanno un corpo fusiforme, ma la caratteristica senz’altro più bella è la livrea verde e grigia e le pinne, dorsale e anale che presentano un colore sul giallastro più vivace nei maschi soprattutto durante il periodo dell’accoppiamento, la bocca è stretta e sul rosso.
La riproduzione non è difficile in acquario dove ci sono le giuste condizioni, avviene tramite deposizione delle uova. Per comprendere il dimorfismo sessuale non sarà particolarmente difficile in quanto noteremo un corpo più snello nel maschio rispetto alla femmina che è visibilmente più tozza, e un colore meno acceso e lucente della femmina rispetto al maschio.
Anche per quanto riguarda il cibo, i tanichthys seguono la stessa regola delle rasbore, ecco perché la convivenza tra le due specie è possibile.
Quindi, per terminare, consiglio vivamente di allevare entrambe le specie.

 
Banner