Get Adobe Flash player
Scheda Casuale
Condividi
Home Articoli Monocirrhus Polyacanthus
Banner

Monocirrhus-Polyacanthus

 Scheda: Monocirrhus Polyacanthus o Pesce foglia sud americano...

Monocirrhus-Polyacanthus 

Genere:
Polycentridae
Nome scientifico:
Monocirrhus Polyacanthus
Nome comune in Italia:
Pesce foglia sud americano (sud americano onde evitare confusione con il suo parente stretto, Polycentrus Schomburgkii, detto anche Pesce Foglia della Guyana e con il Lobotes Surinamensis, anche chiamato pesce foglia o tre code nero, tra l’altro, pesce marino)
Distribuzione geografica o provenienza:
Brasile, Perù, Colombia, Venezuela, Bolivia, Colombia. (Zona amazzonica soprattutto)
Dimensioni:
Si aggira sui 7-8 cm in media, ma con molto spazio e cibo oltre la sufficienza, può arrivare fino a 12 cm.
Caratteristiche del biotopo:
Vive in acque povere di ossigeno con temperatura che si aggira in media tra i 22-25 C°, PH leggermente acido, intorno a valori compresi tra 5,5-6,5 e acqua molto tenera.
Zone di ritrovamento:
E’ stato per lo più delle volte trovato in acque basse e stagnanti, con corrente quasi assente, scarsa illuminazione e nascosto tra le foglie cadute nell acqua. E’ stato anche trovato varie volte, ma con molta meno presenza, in piccoli affluenti di altri fiumi in zone con minore afflusso di acqua.
Caratteristiche fisiche:
Pesce molto alto, spessore minimo, bocca protrattile (può inghiottire facilmente un danio adulto) e con un piccolo barbiglio erettile sul muso. I colori variano a seconda dell esemplare. Possono partire dal marroncino o grigriastro, molto somigliante a una foglia morta, fino a un gialliccio tipico della sabbia, ma con risalto più basso, e con presenza di macchie scure sul dorso e sulla parte posteriore. Sempre in base all esemplare, con un occhio più attento, si possono notare delle linee scure, curve o dritte, intorno all’occhio che riescono a risaltare ancore di più il suo mimetismo e il suo aspetto di “foglia”. Da notare per chi ne ha uno (io!) che il suo aspetto esteriore è fortemente influenzato da vari fattori di cui parlerò sotto.
Alimentazione:
Se avete intenzione di comprare uno di questi pesci, dovete assolutamente sapere che accetta solo ed esclusivamente PESCE VIVO, che si muova soprattutto! Questo perché la maggior parte degli esemplari in commercio sono di cattura e chi come me, lo ha ricevuto dietro una riproduzione in cattività (cosa molto rara tra l’altro), avrà lo stesso identico problema. Nonostante io abbia provato a dargli da mangiare del congelato o addirittura insetti, camole da miele, caimani, il tutto vivo, non c’è stato nulla da fare. Se non è un pesce, e soprattutto se non vivo, non mangia a costo di morire d’inerzia. In questo caso, consiglio di allevare, in anticipo ovviamente, guppy come fonte di cibo. E per variare la dieta, anche neon, gambusie o qualunque pesce di piccola taglia. Attenzione ai guppy che sono un ripieno di malattie.
Comportamento:
Il pesce foglia sud americano ha un comportamento molto particolare, nella maggior parte del tempo sta fermo in qualsiasi punto della vasca si trovi lasciandosi trasportare da quel poco di corrente che c’è. Spesso lo si può trovare in posizione orizzontale tanto da sembrare morto, anche in superficie. I suoi colori, come detto sopra, cambiano a seconda dell umore, dall’ambiente e, soprattutto, se sta cacciando una preda. Durante il lasso di tempo che si trova a cacciare, che può variare da qualche minuto a un tempo relativamente più lungo, le sue “pinne” poste sopra e sotto, si drizzano quasi a sembrare appuntite ed è lì che sembra una vera e propria foglia a un occhio non conscio della sua presenza. Solitamente punta la preda e, a passo di foglia letteralmente, gli si avvicina quasi sempre da dietro. A tal punto aspetta con molta pazienza che l’ignara preda sia in posizione dritta alla sua bocca. Al che, con uno scatto pressoché invisibile se non gli si presta la giusta attenzione, la risucchia e la inghiotte per intero. In base all età e alla grandezza dell esemplare, può arrivare a mangiare pesce eguale al suo peso corporeo ogni giorno. Ovviamente è sconsigliatissimo tenere questo pesce in acquario di comunità per ovvi motivi eccetto, se presenti, solo pesci di taglia uguale o maggiore alla sua.
Allestimento vasca:
Allestire in tal caso vasche apposite di almeno 60+ litri con fittissima vegetazione a fogliame grande vedi tipologie come anubias barteri, fondo sabbioso o grana fine-media. Eccezionale l’uso di foglie di catappa per ambrare l’acqua e per la presenza di tannini e acidi umici che riproducono fedelmente il suo biotopo. Filtraggio a torba consigliato per “ambrare” ma soprattutto per mantenere PH e durezze basse

Note:
Difficile reperibilità, nella mia zona, provincia di Fermo e Macerata, solo tramite acquariomania. Sconsigliato acquisto online, anche se mai riusciste a trovarlo, è un pesce troppo delicato e dico di no nel modo più assoluto, dato anche il suo elevato costo, in caso di morte, soldi buttati seriamente.

Difficoltà: 4/5

 
Banner