Get Adobe Flash player
Scheda Casuale
Condividi
Home Articoli Come preparare l'acquario all'innalzamento delle temperature
Banner

icoL'estate si avvicina siamo pronti ad affrontare il caldo che ogni anno affligge i nostri acquari? Scopriamolo insieme...

 

 

 

Con l'estate arriva il caldo e potrebbero iniziare seri problemi per i nostri acquari.

Con l'aumento della temperatura diminuisce la capacità dell'acqua di trattenere ossigeno in soluzione , questo comporta in caso di mancanza di corrente a una riduzione notevole dell'ossigenazione dell'acqua , la bassa concentrazione di ossigeno verra consumata molto presto da pesci ed esseri viventi e così portare al collasso del nostro acquario.

In un acquario marino la temperatura non deve stazionare molto tempo sui 29°C e non deve raggiungere i 30° . Temperature vicine a 29° possono essere accettate ma potrebbero portare, data la carenza di ossigeno , alla formazione dei tanto odiati cianobatteri .

Per poter prevenire questi problemi basta seguire poche regole :

Ossigenazione :

ossigenare il piu possibile l'acqua , inserendo degli ossigenatori tipo oxidator e munirsi di un semplice aereatore a pile, in caso ci sia un blocco dell'energia elettrica per cercare di dare un minimo di ossigenazione al sistema, la soluzione migliore sarebbe di avere un oxidator e un gruppo di continuità per la corrente.

01

Raffreddamento :

il raffreddamento avviene o con condizionatori o con ventole , siano esse tangenziali che normali ventoline.

- I condizionatori:

Nel condizionatore viene immessa l'acqua del nostro acquario tramite una pompa , l'acqua

entra in una serpentina che ha una temperatura piu bassa e per conduzione termica le due

temperature tendono ad equilibrasi , quindi l'acqua diminuisce la propria temperatura.

Si trovano in commercio diverse marche e modelli , che meglio si adattano ai vari litraggi.

02

- Ventoline :

Le ventoline "costringono" l'aria ad entrare in contatto con l'acqua.

Il principio è molto semplice l'acqua ha coefficiente di saturazione uguale a 1 , mentre l'aria varia in base alla giornata e all'umidità presente in casa e sarà inferiore ad 1.

l'aria viene forzata ad entrare in contatto con l'acqua e ne assorbirà parte della sua umidità, in questo modo l'acqua evapora misscelandosi con l'aria diminuisce la sua temperatura poichè l'evaporazione è un fenomeno che avviene con cessione di calore da un corpo ad un altro, in questo caso dall'acqua all'aria .

Le variabili che entrano in gioco sono la superfice di contatto e la velocità. Se abbiamo piu superficie di contatto abbiamo maggiore sarà la diminuzione di temperatura e l'evaporazione, allo stesso modo per la velocità dell'aria, piu l'aria è veloce e piu aria assorbe calore dall'acqua sempre per lo stesso principio.

Le ventoline vanno posizionate in modo da lambire quanta piu possibile superfice di acqua, esse possono essere comandate o tramite timer oppure in modo piu preciso tramite dei controller che le fanno accendere quando necessario.

03

Evaporazione :

L'evaporazione non è da sottovalutare in acquario , sia nel marino perchè piu acqua evapora piu aumenta la salinità, che nel dolce in quanto una diminuzione di acqua per evaporazione comporta un aumento della concentrazione di inquinanti.

Per ovviare questo problema bisogna munirsi di acqua d'osmosi, una tanica o una vasca di rabocco e un sistema di ripristino dell'acqua evaporata.

Con acquari di medie dimensioni acquistare un impianto d'osmosi è molto utile in quanto si hanno elevate evaporazioni d'acqua , in questo modo possiamo evitare di trasportare acqua dal negozio alla nostra abitazione anche piu volte nell'arco della settimana e in piu tramite un tds o un conduttivimetro possiamo misurale la bontà dell'acqua e tenerla il piu possibile vicino ai nostri standard.

04

Sistema di controllo livello, questo tramite degli interruttori gallegianti o dei sensori di livello gestisce il livello dell'acqua in acquario , quando il livello dell'acqua scende il ripristino da corrente ad una pompa che sarà immersa nella nostra tanica o vasca di rabbocco contenente acqua d'osmosi e la manda nell'acquario , la pompa si spegne quando il livello dell'acqua in acquario sarà uguale a quello da noi stabilito con il posizionamento del galleggiante.

05

Adesso possiamo affrontare tranquillamente l'estate.

De Biase Vincenzo

 

 
Banner