ALLEVAMENTO DELLE DAFNIE


BREVE STORIA ED ANATOMIA

Le Dafnie (daphnia sp.) sono dei crostacei di acqua dolce appartenenti all’ordine dei cladoceri.Vive in pozze d’acqua stagnante, tipo laghi e pozze, la presenza di questi crostacei è indice di una buona qualità dell’acqua e di basso inquinamento del lago o della pozza.hanno una forma molto particolare, sono appiattite lateralmente e presentano due lunghe antenne che utilizzano per il nuoto. Il loro spostamenti avvengono sempre in acqua ed il movimento risulta essere a singhiozzo, sembra come se saltassero da un punto al latro dell’acqua, per questo tipico movimento viene anche soprannominata pulce d’acqua. Le loro dimensioni vanno dai 0.3 mm ai 5-6 mm. La riproduzione può avvenire sia per patogenesi che per la produzione di uova durevoli. Nel primo caso vengono espulse direttamente delle piccole dafnie, nel secondo caso si avrà una produzione di uova molto particolari, le quali potranno resistere per molto tempo senza acqua. Questo metodo è molto importante in quanto nella stagione calda la maggior parte delle pozze in cui vivono si andranno a prosciugare, portando alla morte di tutti i crostacei, ma che rinasceranno non appena l’acqua ritornerà nella pozza. L’alimentazione della dafnia è composta da particelle piccolissime è considerato un crostaceo filtratore.

ALLEVAMENTO

Per iniziare bisogna scegliere la vasca che deve andare da 10 litri in su, io personalmente consiglio vasche da 40 litri, dove la gestione risulta molto più semplice. Una volta acquistata la vasca (vanno benissimo quelle in plastica a basso costo) l’andremo a riempire con acqua di rubinetto, fatta decantare per almeno 24 ore in modo da eliminare il cloro presente.
Ora la vasca è pronta, un piccolo consiglio che vi do è di mettere la vasca vicino ad una finestra o fuori in terrazzo ( le dafnie sopportano molto bene il freddo) in modo da promuovere la proliferazione algale, (cibo molto gradito dalle dafnie.).
Dal momento in cui l’acqua inizia a diventare verde, è giunto il momento di cercare un inoculo di dafnie, purtroppo non si trovano in negozi d’acquari direttamente le uova, ma vanno acquistati direttamente degli esemplari adulti. Gli inoculi di dafnie sono facilmente rimediabili o direttamente in natura, ma stando attenti a non importare parassiti in acquario, o da altri “allevatori” di dafnie.
A questo punto basta inserire l’inoculo nella vasca e aspettare circa 10 giorni per far riprodurre le dafnie ed avere un buon numero di individui da permettere la cattura di alcuni di loro.

ALIMENTAZIONE DELLA COLONIA

Attendiamo un paio di giorno dopo l’inserimento dell’ inoculo ed iniziamo con l’alimentazione, che dovrà essere fatta con l’inserimento di una miscela di lievito di birra e spirulina.
La miscela viene preparata con circa mezzo litro di acqua di allevamento, con un quarto di cubetto di lievito di birra e mezzo cucchiaino di spirulina in polvere. Tale miscela va conservata in frigo.
L’alimentazione va fatta con molta attenzione, si tratta del punto più importante dell’allevamento in quanto una sovra alimentazione può portare a rapida morte della colonia. Si andrà a somministrare il cibo nella quantità di alcune gocce nei primi giorni, fino a qualche millilitro nella colonia adulta. La razione potrà essere somministrata solo dopo il completo esaurimento del cibo da parte delle dafnie (l’acqua ritorna limpida).

MANUTENZIONE DELLA VASCA

La Vasca se gestita in modo ottimale avrà come unica manutenzione quella di rabboccare l’acqua evaporata, che dovrà essere fatta con acqua di rubinetto lasciata decantare 24 h . Nel caso ci fosse stata una sovra alimentazione (l’acqua rimane torbida per più di 2 giorni) si andrà ad effettuare un cambio del 25% d’acqua, facendo attenzione a non rimuovere la melma sottostante (molto importante per la colonia).

USO DELLE DAFNIE IN ACQUARIOLOGIA

Vengono usate per l’alimentazione degli avannotti (che viene effettuata con i soggetti più piccoli), ma anche per pesci adulti (effettuata con le dafnie adulte).
Le dafnie verranno prelevate dalla nostra coltura tramite l’uso di setacci specifici in vendita nei negozi di acquariologia, i quali presentano delle membrane con fori di differente diametro.
A seconda del tipo di pesce che dovremo alimentare andremo a pescare solo le dafnie della misura da noi ricercata a questo punto basterà sciacquare le artemie sotto acqua di rubinetto ed inserirle direttamente in vasca.

Ecco le dafnie di Michele, GUARDA IL VIDEO...

Michele Cervigni - Reptil83 -